sabato 29 luglio 2017

Sui racconti #1

Quest'anno, come già accennato, mi sono divertita tanto, ma proprio tanto, a produrre racconti. Ne ho sentito il bisogno per staccare da storie più importanti e composte, vedi il Romance Distopico, e per giocare e tentare strade diverse. Mi sono così trovata a scrivere:
- due commedie, di cui una rosa
- due horror
- un drammatico.
L'horror mi mancava, non nel senso che non lo avevo mai scritto ma in quello più sentimentale, un'assenza, qualcosa che mi ha accompagnata per tanto tempo e che poi ho abbandonato. La verità è che quando raccontavo fantasy, i miei fantasy erano sempre horror. Che fossero novelle o romanzi, sangue, denti e artigli non mancavano. 
Ma di quelli vi parlerò in un altro momento.


Nell'elenco in alto, le prime a comparire sono le commedie, tra cui una rosa. Proprio di quella voglio parlarvi. 
Il racconto che vi presento è nato all'inizio dell'estate, verso la fine di maggio, su suggerimento della splendida Rosa del blog Briciole di parole. In uno dei nostri scambi di messaggi mi ha fatto sapere che il blog La Mia Biblioteca Romantica stava organizzando un festival di racconti dal titolo Summer in Love 2017 (qui trovate la "chiamata alle armi") e che aveva pensato a me.
La mia mente ha subito iniziato a fantasticare conducendomi davanti al pc per concretizzare la stesura dell'idea. Così è nato un Ritaglio di mondo. Il titolo iniziale era L'Impellenza ma è stato cambiato dalla sottoscritta perché, pensa che ti ripensa, lo ha ritenuto poco... scenico. Tuttora continuo a pensare che non lo sia sebbene mi piaccia da impazzire.

Un Ritaglio di mondo è una storia breve, brevissima, che potete leggere a partire da oggi qui, nel blog che ha organizzato questo bellissimo contest! Per tutto il mese di agosto, a partire dal 26 luglio, avrete la possibilità di immergervi in storie d'amore estive di tutti i generi, quindi, oltre a suggerirvi il mio, vi faccio presente l'iniziativa che non va persa per nessun motivo! A meno che non detestiate il rosa e non vi snervino i racconti. Io amo entrambi, quindi penso che non me ne farò scappare uno.

La deliziosa cover è stata realizzata Francy, l'organizzatrice dell'evento, ed è perfetta per la storia. Quei due sembrano proprio Gioele e Bianca. 
Ops. Vi sto dicendo troppo. 
Se vi va di scoprirla, vi ricordo che la trovate qui. Leggete, commentate, votate e spargete la voce, in palio ci sono dei libri! Come si fa a dire di no ai libri?

Mi sono divertita tanto, ho sentito nella pancia le emozioni e le sensazioni di Gioele, ho tifato per lui e mi sono fatta ammaliare da quel cielo stellato che a lui non va giù per niente. Chissà che effetto farà a voi. Spero di scoprirlo. :) 

M. 

10 commenti:

  1. Ma che bella sorpresa! La cover è molto bella e sì, il titolo finale che hai scelto è più accattivante, lo leggerò sicuramente, brava Monica!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Giulia! Fammi sapere che ne pensi! :)

      Elimina
    2. L'ho letto e mi è piaciuto molto, ho lasciato un commento anche di là :-)

      Elimina
    3. Che bello Giulia, grazie! *_*

      Elimina
  2. Felicissima di averti messaggiato quel link!!! :D Ho adorato il racconto, lo sai, mi ha fatto sentire il sapore del croccantino 5 stelle sulle labbra, wow *w* Brava Monica, continua così!
    Uuuuh, sangue, denti e artigli... sono intrigataaaa :3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. TesoRosa! *_*

      Prima o poi uscirà qualcosa con sangue, artigli e denti. Devo solo capire come e quando. :D

      Elimina
  3. Complimenti, Monica! :D
    Ma ora sono curiosissima sul romance distopico! Uao! :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vale! ^_^
      Non vedo l’ora di farvi sapere di più sul Romance Distopico! Sempre che riesca a venirne a capo. :D

      Elimina
  4. Sono andata sul sito così per cliccare, pensando che era ora di staccare dal PC, e poi mi sono letta tutto il racconto (io che non li amo molto)! Mi piace come scrivi. :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazia, che bello! *_*
      Sono tanto contenta che ti sia piaciuto. Con i racconti è quasi più difficile che con i romanzi perché devi raccontare una storia in spazi ristretti, senza sprecare paragrafi con questioni di poco conto e giocando su ciò che va valorizzato. È una sfida che mi piace tanto e non sai quanto mi rallegra sapere che funziona anche per gli altri e non solo per me. <3

      Elimina