venerdì 21 ottobre 2016

Sui libri della saga "La quinta onda"

Dopo un sacco di tempo - l'ultima recensione risale a settimane fa... che pessima book blogger che sono! - torno a parlarvi di libri che ho letto e che mi hanno appassionata. Pronti?
Buona lettura!  
 
Mi sono ritrovata a leggere la saga de La quinta onda in tre/quattro giorni. In verità, ho letto il primo in 24 ore, il secondo lo stesso e per il terzo mi sono concessa più tempo perché, come avevo già accennato qui, non avevo alcuna intenzione di arrivare all'ultima pagina. Avevo capito come sarebbe finita o, almeno, lo temevo e la voglia di averne conferma scompariva pagina dopo pagina. 
Ma andiamo per ordine. 
Il tutto è partito nell'inverno scorso quando sono andata al cinema a vedere il film del primo capitolo della trilogia.


Non mentirò: mi è piaciuto, mi sono appassionata sin da subito alla storia che mi è sembrata originale e ben congeniata. La scelta degli attori è stata perfetta, la durata e la suspense lo stesso. Le recensioni che ho letto in giro, al contrario, non sono state positive e non sono ancora riuscita a capire se faranno o meno un seguito perché non trovo nessuna informazione a riguardo.
Qualche settimana fa, quando sono entrata in una fase distopica senza pari per cui pareva che nessuno dei bei libri che avevo nel Kindle potesse soddisfare questa necessità, ho capito che dovevo a tutti i costi leggere roba fantascientifica e sono andata a prendere il primo. Vi premetto che nella recensione non ci saranno spoiler. Sono brava, vero?

La quinta onda
di Rick Yancey
Genere: Fantascienza
Editore: Mondadori
Prezzo: eBook 7,99 €; cartaceo 14,45 €
Uscita: 18 marzo 2014

Di notte, Cassie non può più guardare il cielo stellato con gli stessi occhi di prima; ora sa che "loro" arrivano da lì, da quegli astri luminosi e distanti, e arrivano per distruggere il suo mondo. Cassie è tra gli ultimi superstiti, sola, in fuga da "loro", esseri mandati sulla Terra per sterminare la specie umana: l'unica speranza che le resta è ritrovare Sammy, il fratellino che le è stato strappato dalle braccia. Quando il misterioso Evan Walker si offre di aiutarla, Cassie capisce che deve prendere una decisione: fidarsi o rinunciare alla sua missione, arrendersi o continuare a lottare.

La storia è raccontata in prima persona da alcuni dei protagonisti principali, in particolare Ben e Cassie, ex compagni di scuola che si trovano in due zone completamente diverse del loro paese senza sapere che l'altro è sopravvissuto. Lei in mezzo al bosco, intenzionata a farsi coraggio e a riprendere il cammino per ritrovare il fratellino, lui in un campo di rifugiati umani a metà tra la vita e la morte. Una parte delle vicende, seppur minima, è raccontata in terza persona da Evan, personaggio ambiguo di cui seguiamo le sorti quasi sempre grazie a Cassandra, detta Cassie.
La storia è semplice: gli alieni hanno invaso la Terra, alieni furbi, capaci, alieni che studiano l'umanità da sempre e che decidono di attaccarla attraverso delle ondate. La prima colpisce la rete elettrica del pianeta, spegnendolo, la seconda consiste in un terremoto con conseguente maremoto che spazza via le città costiere, la terza è un'epidemia, quella a cui Ben, chiamato poi Zombie proprio per questo motivo, riesce a sopravvivere. Con la quarta gli alieni si mischiano agli umani rendendosi irriconoscibili e la quinta è quella che riguarda proprio loro, i protagonisti. Un esercito di ragazzini addestrato a uccidere il nemico. Ma non tutto è così semplice. Non scenderò nei particolari perché vorrei evitare gli spoiler ma c'è molto, molto da scoprire in questo primo capitolo. Il modo di raccontare è rapido, avvincente, di quelli in cui una pagina tira l'altra. Nonostante avessi visto la trasposizione in pellicola non l'ho mai trovato lento o poco ritmato.

Ho finito il primo con una gran voglia di leggere il secondo (trovate qui la trama) e non ho esitato un istante a comprarlo. La storia continua a essere molto attraente anche se i punti di vista aumentano e il personaggio che più di tutti ci guida nella storia non è la sarcastica, paranoica, irascibile, talvolta irrazionale eppur meravigliosa Cassie,  ma la coraggiosa, spavalda e forte Ringer. Le vicende e la sorte che le toccano ci muovono alla lettura in un ritmo incalzante, ma le parti di Cassandra e Zombie sono comunque le mie preferite. Ringer è la persona che tutti vorremmo essere, Cassie è quella che realmente siamo e proprio per questo si prende tutta la mia simpatia.

Il terzo è quello che ho fatto più fatica a seguire. Mi è piaciuto molto, al pari del secondo, ma è un po' statico, anche se i ragazzi si muovono spesso da un luogo all'altro per cercare di salvarsi (trovate la trama qui). Continuiamo a seguire Ben, Ringer e Cassie e, a fasi alterne, altri, alle volte in prima persona alle volte in terza. La differenza tra le due narrazioni non è casuale ma dettata da una motivazione di cui non posso parlarvi perché vi direi troppo ma è una bella idea, e funziona bene.
Arrivati a questo punto, la quinta onda è completamente in atto e fermarla è un'impresa impossibile. L'unica cosa da tentare, a parte recuperare i superstiti della squadra che abbiamo imparato a conoscere nel secondo volume, è quella di frenare il volere ultimo degli Altri. Ecco, qui mi sono un po' persa. Se nel primo, e in gran parte del secondo, ho pensato che l'idea fosse originale e costruita benissimo, con una logica non troppo difficile da seguire, nel terzo ammetto di non aver compreso bene perché gli alieni decidono di fare quello che decidono di fare. Il finale è di quelli che ti farebbero lanciare il Kindle fuori dalla finestra e in effetti ci ho pensato diverse volte, ma non ho potuto fare a meno di arrivare alla conclusione.

Nonostante le piccole critiche, è una storia che mi ha colpita tanto e che mi è piaciuta molto. Una saga distopica, fantascientifica e post-apocalittica che mischia insieme elementi di vario genere in cui, a differenza di ciò che si legge in giro, non esiste alcun triangolo amoroso. Consigliata! 

M.  

6 commenti:

  1. Il film è ancora in stand-by nel mio mysky però dovrei vederlo presto, perciò ti farò sapere il mio giudizio prossimamente ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ci conto! :)
      Ma temo che non ti piacerà! :(

      Elimina
  2. Dai, voglio dargli una chance, ma più in là perchè al momento non ho voglia di buttarmi su nuove trilogie o serie, soprattutto se i volumi non sono stand-alone.
    Sulla scia dei post-apocalittici, ti consiglio, se non l'hai letto, Cell di Stephen King ;)

    Ps: Monicaaaa, non ti ringrazierò mai abbastanza di avermi fatto scoprire i Rev Theory!!! <3 <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Rooosaaaa! Contentissima che ti piacciano! <3 <3
      Non ho mai letto niente di Stephen King... mi devo vergognare? :/ Potrei partire da questo! ;)

      Elimina
  3. Ho visto il trailer e mi ha preso molto, confesso che mi intriga parecchio la visione del film più che la lettura dei libri, ma come si dice mai dire mai...ora però mi chiedo ma se davvero gli alieni ci stessero studiando da tempo per distruggerci?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'universo è talmente grande che sicuramente nasconderà altro, se l'altro sia interessato o meno a noi non saprei dire. Tu dici di sì?

      Se guardi il film, fammi sapere che ne pensi! ;)

      Elimina