venerdì 19 agosto 2016

Leggere non è peccato

Ehilààà!
Sì, sì, sono tornata. Tipo le streghe di Hocus Pocus, film delizioso che ho visto alle medie (alle medie?!) e che riguarderei ogni anno per Halloween.
Come va? State passando un piacevole agosto? Dove siete andati? 
Ho una gran voglia di raccontarvi... cose. Dove sono stata, che cosa ho fatto, cosa ho letto, che cosa ho visto. Confido nel fatto che lo farò. (Uhm). 
Ma oggi, oggi vi parlerò di altro.  

Per chi ama leggere, per chi, come noi, adora maneggiare un cartaceo, entrare in libreria e perdersi tra i tanti nuovi e vecchi titoli, per chi si confonde nella scelta degli eBook da scaricare sul Kindle, per chi legge un libro dietro l'altro, per noi che ci innamoriamo delle storie che scopriamo, è difficile capire che c'è chi non lo fa. 
Il problema è che la maggior parte delle persone che non legge non ha idea di cosa si sta perdendo. Associa la lettura a qualche libro letto da adolescente, costretto dalla scuola, o dalla famiglia, ad affrontare temi o generi che non gli si confacevano. Associa la lettura a un impegno, più che a un passatempo, e al concetto che le emozioni che ti regala siano la metà di quelle che ti dà uno spettacolo teatrale, un film al cinema, un selfie al mare. 

Come risolvere la questione? Silvia di Lettore Creativo e Nadia di Svolazzi e Scritture propongono questo gioco geniale al quale ho ovviamente deciso di partecipare. 


Come? Semplice. Rispondendo a queste tre domande:
  1. Quali sono i 3 motivi che ti spingono a leggere?
  2. Quali sono i 3 libri che consiglieresti a chi non legge?
  3. Quali sono le 3 azioni che identifichi con il peccato?
Che il gioco abbia inizio!
1. Quali sono i tre motivi che ti spingono a leggere?
  1. è rilassante
  2. mi fa sognare, evadere e fantasticare
  3. mi emoziona.
2. Quali sono i tre libri che consiglieresti a chi non legge?
Questo è un problema. Ne vorrei consigliare un milione. Pensandoci a lungo, però, ho deciso di selezionarne tre di generi completamente diversi tra loro nella speranza di arrivare più o meno a tutti. Dunque:
  1. un classico: Il giovane Holden (ne ho parlato qui)
  2. un fantasy: Il dominio del fuoco (ne ho parlato qui)
  3. narrativa contemporanea: No et moi, titolo italiano L'effetto secondario dei sogni (ne ho parlato qui)  
3. Quali sono le tre azioni che identifichi con il peccato?  
Non sarò seria. Sappiatelo. 
  1. Mangiare e non ingrassare
  2. Rompere le pxlle all'umanità
  3. Essere fighi anche appena svegli.
Ordunque, partecipate anche voi! Dai, dai. Partecipate. Dai!

M.  

6 commenti:

  1. Concordo con i tuoi tre peccati, sopratutto il terzo *_*
    Ti confesso che anch'io non ho letto nessuno dei tre libri che consigli, però almeno "Il giovane Holden" vorrei leggerlo prima o poi, è un classico citato da tutti, una lacuna assolutamente da colmare. Io in agosto ho letto parecchio, magari ne scriverò in un post...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A me è piaciuto tantissimo. Quando lo leggi fammi sapere che ne pensi!
      Ovviamente verrò a vedere il post sui tuoi libri di agosto. :)

      Elimina
  2. Ahahahaha! Grandiosa, Monica! Allora, sui tuoi tre peccati:
    - mangiare e non ingrassare: purtroppo manca;
    - rompere le pxalle all'umanità: celo, celo, basta chiedere ai miei figli;
    - essere fighi appena svegli: manca, manca, anche dopo colazione.
    2 su 3 sono salva? ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahahah! Sei salva, sei salva! :D

      Elimina
  3. concordo monica con molto di quello che affermi in qsto post.))))
    baci e buon we
    daniela

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, Daniela cara. Anche a te! :)

      Elimina